Alveare di

Torino - alveare nel parco - Via Modesto Panetti 1

Alessia Davì
Gestore dell'Alveare

Ben approdati nell’Alveare “Casa nel Parco” di Mirafiori Sud.
Io sono Alessia e insieme a mio marito, abbiamo deciso di creare questo gruppo in quello che è da poco diventato il nostro nuovo quartiere.

L’idea è nata dalla nostra esigenza di portare in tavola per noi e soprattutto per la nostra bimba, alimenti di cui conosciamo l’origine, non soltanto perché c’è un’etichetta che ne indica la provenienza, ma perché conosciamo chi li ha coltivati, allevati, o trasformati e come. Siamo quello che mangiamo, quindi pensiamo che ciò che arriva nei nostri piatti meriti il tempo, l’attenzione e la cura che di solito riserviamo ad altre attività. Fare la spesa è per la maggior parte di noi un’incombenza necessaria da incastrare tra mille altri impegni, spesso alla fine di una faticosa giornata di lavoro, o ritagliandola nella pausa pranzo, o sacrificando il prezioso e atteso tempo libero del fine settimana. Così quando si tratta di compiere un’azione così banale, ma importante per la nostra salute, siamo troppo di fretta o stanchi o distratti per ragionare su ciò che mettiamo nel carrello, badiamo che il prodotto sia “bello” e il prezzo conveniente.

Quando ci troviamo a fare la spesa, di fronte a quella frutta e verdura dai colori tanto sgargianti, sempre disponibile in qualsiasi stagione dell’anno, abbiamo dimenticato cosa c’è dietro quel cibo. Metodi di coltivazione non sostenibili per l’ambiente, utilizzo di sostanze tossiche per la nostra salute, passaggi intermedi che spesso schiacciano il guadagno dei coltivatori, distanze illogiche da percorrere.
Questa dimenticanza però ci costa cara perché finiamo per pagarla con gli interessi in termini di impoverimento dei suoli, inquinamento, accumulo di sostanze tossiche, sparizione di quella produzione di piccola scala che è la sola in grado di rispettare la terra e la sua capacità di rigenerazione. Da questo dipendiamo, di più e in primis che da ogni altra cosa.
Penso che ce lo scordiamo perché abbiamo perso il contatto con la terra, il legame con la natura e la nostra capacità di capire quanto è fondamentale e imprescindibile rispettarla e vivere in armonia con essa. E la scelta di ciò che mangiamo fa parte di questo rapporto che dobbiamo ristabilire, restituendo al cibo la considerazione e il valore che riserviamo a beni per i quali non esitiamo a investire di più.

Ci siamo passati anche noi, ma col tempo abbiamo deciso di cambiare rotta e fare una scelta più consapevole, che conciliasse il nostro benessere con il rispetto per il lavoro di chi si dedica alla terra e che spesso non vede riconosciuto al frutto della sua fatica il valore che merita. A questo si unisce la volontà di contribuire a creare e sostenere circuiti economici a filiera corta che abbiano ricadute positive sul territorio anche in termini di salvaguardia dell’ambiente e riduzione delle emissioni carboniche.

E se queste vi possono sembrare motivazioni più ideali che pratiche eccovi altri ottimi motivi per essere dei nostri, la genuinità di prodotti coltivati in modo sano, stagionali e quindi più ricchi di elementi nutritivi perché maturati naturalmente, e di animali felici.
Insomma le buone ragioni per diventare membri attivi di questa piccola comunità sono tanti, ma se qualcuno ancora non fosse convinto scoprirete che anche il palato ci guadagna perché i cibi naturali e di stagione conservano il loro vero gusto. C’è più soddisfazione anche nel cucinarli. Anche se, dopo una dura giornata di lavoro o una crisi di nervi perché il vostro piccolo aiuto cuoco ha fatto la frittata direttamente sul pavimento, chi non vorrebbe aver ceduto alla tentazione di buttare nel carrello 4 salti in padella invece di aver tirato fieramente dritto davanti al reparto surgelati…ma sì per una volta, possono fare comodo, mica tutti i giorni, per le emergenze, eh no eh! si cede ai 4 salti, poi si passa ai cordon bleu e si finisce al McDonald… epperò…..
Non voglio conoscere le vostre inconfessabili debolezze, i segreti del vostro freezer che se potesse parlare e negherò sempre ogni mio coinvolgimento in operazioni di fast and ready food, sarò un’integerrima promotrice del cibo sano, genuino, etico e cucinato con tanto amore. Che è davvero la scelta migliore che possiamo fare per ritrovare il gusto della lentezza, il sapore della natura e il piacere di condividerli con la nostra famiglia.

La ricerca della qualità l’abbiamo già fatta per voi, quelli che vi proponiamo sono tutti i prodotti che provengono da aziende del territorio i cui titolari siamo andati a trovare di persona, con cui abbiamo parlato e che ci hanno raccontato la loro storia e i loro metodi di coltivazione, allevamento o trasformazione. Volti, voci e mani che potrete conoscere anche voi quando verrete a ritirare la vostra spesa o di cui potete leggere sulla pagina loro dedicata.

Bene, allora se decidete di essere dei nostri sappiate che dal momento in cui vi iscriverete potrete fare la vostra spesa al lavoro, sul tram, mentre aspettate che l’acqua bolla o sul vostro divano preferito, vi basterà aprire la vetrina virtuale dei prodotti disponibili e fare un clic su ciò di cui avete bisogno. Le vendite avvengono a cadenza settimanale, avrete una finestra di tempo per poter effettuare la vostra selezione, al termine della quale le vendite verranno chiuse e gli ordini inviati ai produttori. Non vi resterà che presentarvi al punto di distribuzione del vostro Alveare situato presso la “Casa nel Parco” per il ritiro direttamente dalle mani dei produttori il giovedì dalle 17.15 alle 18.15.
Avviso a tutte le api, munitevi di una vostra sporta personale, ecologica mi raccomando!
Ma bando alle ciance, rompete gli indugi, perché pensarci ancora su se potete provare subito.
Vi aspettiamo!

In vendita questa settimana

Scegliere i prodotti

Frutta e verdura

Vedere tutti i prodotti

Latte, Formaggi & Uova

Vedere tutti i prodotti